Feed RSS

Archivi tag: uomini

Buona giornata

Saremo giudicati sull’amore.
Buona settimana.
A Dio piace di più un’azione, per quanto piccola, fatta di nascosto e senza il desiderio che sia conosciuta, che mille altre compiute con il desiderio che siano vedute dagli uomini. Infatti a colui che agisce per Dio con purissimo amore, non solo non importa di essere veduto dagli uomini, ma non agisce neppure per essere veduto da Dio; anzi se questi non dovesse saperlo, l’anima non cesserebbe di rendere a Lui gli stessi servizi con la stessa allegrezza e con la stessa purezza di amore.
Alla sera della vita, saremo giudicati sull’amore.
Ricordati che Dio regna solo nell’anima pacifica e disinteressata.

da Facebook Don Peppino Labanca

Annunci

Preghiera

la-santa-croce-di-cristo-ges
A vederTi così, Gesù,
sanguinante, solo, abbandonato, deriso,
ci domandiamo:
«Ma quella gente che avevi così amato,
beneficato e illuminato,
quegli uomini, quelle donne non siamo forse anche noi, oggi?
Anche noi ci siamo nascosti per paura di essere coinvolti,
dimenticando di essere Tuoi seguaci».
Ma la cosa più grave, Gesù,
è che ho contribuito anch’io al tuo dolore.
Anche noi sposi e le nostre famiglie.
Anche noi abbiamo contribuito
a caricarTi di un peso inumano.
Ogni volta che non ci siamo amati,
quando ci siamo attribuiti la colpa l’uno all’altro,
quando non ci siamo perdonati,
quando non abbiamo ricominciato a volerci bene.
E noi invece
continuiamo a dare ascolto alla nostra superbia,
vogliamo sempre aver ragione, umiliamo chi ci sta vicino,
anche chi ha legato la propria vita alla nostra.
Non ricordiamo più che Tu stesso, Gesù, ci hai detto:
«Qualunque cosa avrete fatto a uno di questi piccoli
l’avete fatta a me». Hai detto proprio così: «A me».

dal Web

Il cielo si oscurò

La passione
Padre perdona loro perchè non sanno quel che fanno!

Preghiera per la croce, di Giovanni Paolo II.

Noi ti adoriamo, Gesù Cristo! Ti adoriamo.
Ci mettiamo in ginocchio. Non troviamo le parole sufficienti né i gesti per esprimerti la venerazione, della quale ci compenetra la tua Croce; della quale ci compenetra il dono della Redenzione, offerto a tutta l’umanità, a tutti e a ciascuno, mediante la sottomissione totale e incondizionata della tua volontà alla volontà del Padre. La potenza del tuo amore si dimostri ancora una volta più grande del male che ci minaccia. Si dimostri più grande del peccato, dei molteplici peccati che si arrogano in forma sempre più assoluta il pubblico diritto di cittadinanza nella vita degli uomini e delle società. La potenza della tua Croce, o Cristo, si dimostri più grande dell’autore del peccato, che si chiama «il principe di questo mondo» (Gv 12,3)1 Perché con il tuo Sangue e la tua passione Tu hai redento il mondo! Amen.

Dal Vangelo di domenica 2 settembre (GV 6,60-69)


Gesù diceva: <Non c’è nulla fuori dell’uomo che, entrando in lui,
possa renderlo puro. Ma sono le cose che escono dall’uomo a renderlo
impuro> Dal dentro infatti,  cioè dal cuore degli uomini, escono i propositi di male: impurità, furti, omicidi, adultèri, avidità, malvagità,inganno,
dissolutezza, invidia, calunnia, superbia, stoltezza. Tutte queste cose cattive vengono dall’interno e rendono impuro l’uomo>.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: