Feed RSS

Archivi tag: preghiere

Preghiera-venerdì Santo

IMG-20190419-WA0009.jpg
O Dio, padre di ogni vita, oggi ferito a morte dall’odio dell’uomo….

Oggi i più lontani confini dell’universo sentono riecheggiare il tuo pianto… Al quale segue il più profondo dei silenzi.

Come possiamo fare per chiederti perdono, per il corpo straziato del tuo unigenito, che ora giace senza vita e irriconoscibile tra le braccia della madre.

Come chiederti perdono, per quella nostra oscurata determinazione a voler eliminare Colui
Che restituiva la luce ai ciechi, la vita ai morti, ma spaccava l’anima perché ci svelava il nostro peccato e le sue radici più remoti?

Preghiera per la quaresima

7

Signore Gesù,
aiutami a convertire il mio Sguardo.
Donami uno sguardo come quello di Zaccheo.
Capace di cercarti, desiderarti.
Capace di salire in cima ad un albero,
per evitare la folla, pur di vederTi.

Donami uno sguardo come il “giovane” ricco.
Capace di porre domande vere, profonde.
Capace di gettarsi ai tuoi piedi.
Capace di chiamarti “Maestro Buono”.
Capace di sentirsi amato e guardato da Te.

Donami uno sguardo come Maria.
Capace di andare oltre.
Capace di vincere ogni paura e precomprensione.
Capace di cogliere il Tuo amore per me.
Capace di ringraziarTi ogni istante della mia vita.

Donami Maestro Buono
Di non temere le nostre povertà e fatiche, chiusure e peccato.
Donami di non nasconderci e ripiegarci su noi stessi
quando ci dimentichiamo di te e del fratello
Ricorda al nostro cuore che su ogni cosa posi il tuo sguardo d’amore
che perdona e accoglie
Purifica e illumina
Cerca e ama

Buon anno nuovo

2ceriwy

Per augurarvi un buon 2018 

Vi lascio questa  bellissima preghiera per il nuovo anno scritta da un contadino sudamericano.

Un caro abbraccio a tutti ❤❤❤

Signore,
alla fine di questo anno voglio ringraziarti
per tutto quello che ho ricevuto da te,
grazie per la vita e l’amore,
per i fiori, l’aria e il sole,
per l’allegria e il dolore,
per quello che è stato possibile
e per quello che non ha potuto esserlo.

Ti regalo quanto ho fatto quest’anno:
il lavoro che ho potuto compiere,
le cose che sono passate per le mie mani
e quello che con queste ho potuto costruire.

Ti offro le persone che ho sempre amato,
le nuove amicizie, quelli a me più vicini,
quelli che sono più lontani,
quelli che se ne sono andati,
quelli che mi hanno chiesto una mano
e quelli che ho potuto aiutare,
quelli con cui ho condiviso la vita,
il lavoro, il dolore e l’allegria.

Oggi, Signore, voglio anche chiedere perdono
per il tempo sprecato, per i soldi spesi male,
per le parole inutili e per l’amore disprezzato,
perdono per le opere vuote,
per il lavoro mal fatto,
per il vivere senza entusiasmo
e per la preghiera sempre rimandata,
per tutte le mie dimenticanze e i miei silenzi,
semplicemente… ti chiedo perdono.

Signore Dio, Signore del tempo e dell’eternità,
tuo è l’oggi e il domani, il passato e il futuro, e, all’inizio di un nuovo anno,
io fermo la mia vita davanti al calendario
ancora da inaugurare
e ti offro quei giorni che solo tu sai se arriverò a vivere.

Oggi ti chiedo per me e per i miei la pace e l’allegria,
la forza e la prudenza,
la carità e la saggezza.

Voglio vivere ogni giorno con ottimismo e bontà,
chiudi le mie orecchie a ogni falsità,
le mie labbra alle parole bugiarde ed egoiste
o in grado di ferire,
apri invece il mio essere a tutto quello che è buono,
così che il mio spirito si riempia solo di benedizioni
e le sparga a ogni mio passo.

Riempimi di bontà e allegria
perché quelli che convivono con me
trovino nella mia vita un po’ di te.

Signore, dammi un anno felice
e insegnami e diffondere felicità.

Nel nome di Gesù, amen.

(Arley Tuberqui)

 

Preghiera

cuore-mio.gif

    Signore, L’uomo è piccolo…
Signore l’uomo è piccolo fra tutte le tue creature:
ma tu gli hai dato un potere meraviglioso.
Veramente l’uomo sta sopra tutto, ma egli sta sotto di te,Signore.
Fa che egli porga in te la sua fiducia
e che in te si abbandoni, così che trovi in te la sua realizzazione.
Eterno unico Dio

Fonte: Parrocchia di Codisotto

Preghiera

cuore di Gesù.jpg
                                                            Don Angelo Saporiti

Signore,
disegna il tuo cuore nel nostro cuore,
perché sappiamo affrontare con amore
ogni prova della vita.
Disegna il tuo cuore nella nostra storia,
perché i nostri gesti siano coerenti alle nostre parole.
Disegna il tuo cuore nelle nostre azioni,
perché non siano segnate dal tornaconto.
Disegna il tuo cuore nella nostra comunità,
perché sia spazio accogliente per ciascuno.
Disegna il tuo cuore nelle nostre famiglie,
perché siano oasi della tua presenza.
Disegna il tuo cuore in ogni nostra decisione,
perché possiamo essere segno del tuo amore appassionato.
Rendici pieni di stupore e vuoti di egoismo,
ricchi di comprensione e privi di cattiveria,
solidali con gli esclusi e cercatori della vita eterna.
Amen.

Fonte: http://gpcentofanti.wordpress.com  

By

A te che piangi i tuoi morti, ascolta — tavolozza di vita

Preghiera/meditazione di Padre Giacomo Perico attribuita nel web a Sant’Agostino Tratta da “Resta con noi Signore!” San Paolo Edizioni, 2001 – Prefazione del Rev.mo Cardinale Carlo Maria Martini. Padre Perico ha avuto questa ispirazione ai piedi del letto di morte di suo papà. “A te che piangi i tuoi morti, ascolta” “Se mi ami non […]

A te che piangi i tuoi morti, ascolta”

“Se mi ami non piangere!
Se tu conoscessi il mistero immenso del cielo
dove ora vivo; se tu potessi vedere e sentire
quello che io vedo e sento
in questi orizzonti senza fine
e in questa luce che tutto investe e penetra,
tu non piangeresti se mi ami.
Qui si é ormai assorbiti
dall’incanto di Dio e dai riflessi
della sua sconfinata bellezza.
Le cose di un tempo,
quanto piccole e fuggevoli,al confronto!
Mi é rimasto
un profondo affetto per te;
una tenerezza che non ho mai conosciuto.
Ora l’amore che mi stringe
profondamente a te,
é gioia pura e senza tramonto.
Mentre io vivo
nella serena ed esaltante attesa,
tu pensami così!
Nelle tue battaglie,
nei tuoi momenti
di sconforto e di stanchezza,
pensa a questa meravigliosa casa,
dove non esiste la morte,
dove ci disseteremo insieme
nel trasporto più intenso,.
alla fonte inesauribile
dell’amore e della felicità.
Non piangere più
se veramente mi ami!”

via A te che piangi i tuoi morti, ascolta — tavolozza di vita

Preghiera

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: