Feed RSS

Archivi tag: mistero

Buona Domenica

 

th.jpg
Trovarti!
Là, racchiuso nel tabernacolo, desidero trovarti, o Signore che amo.
Nascondendoti ai miei occhi, tu obblighi l’anima mia a cercarti.
Ma a coloro che ti cercano, tu hai promesso che ti avrebbero trovato.
A coloro che bussano alla tua porta, hai affermato che avresti aperto.
Spalanca dunque la porta del tuo tabernacolo e più ancora la porta del tuo Cuore;
perché non voglio soltanto accostarmi a te dal di fuori, ma penetrare nell’intimo più che mi è possibile.
Voglio trovarti in tutta la ricchezza della tua divinità, in tutta la pienezza del tuo amore.
Introducimi nel tuo mistero, immergimi nell’abisso della tua infinità.
Voglio trovare in Te il mio Dio, l’infinito al quale tutto il mio essere anela.
Voglio trovare in Te il mio Diletto, colui che mi ha chiamato a dargli tutto.
Aiutami a trovarti sempre più e a non perdere mai quello che ho trovato!

Signore che sei venuto così vicino a me
Non voglio rimanere a distanza, né semplicemente adorarti come la creatura adora il suo Creatore.
Non voglio limitarmi a guardarti da lontano, a implorarti nella tua sovrana maestà.
Poiché tu hai voluto venirmi così vicino, desidero il contatto più intimo.
Vengo a Te perché si effettui l’unione più completa, la fusione del mio essere con il tuo.
Vorrei unire i miei pensieri ai tuoi, le mie parole a quelle che pronunci nel tuo silenzio e conformare i miei sentimenti a quelli espressi dalla tua presenza, la mia volontà alla tua volontà così perfettamente all’unisono con quella del Padre.
Vorrei fondere la mia libertà con la tua, non avere più che una spontaneità, quella che sgorga dal tuo Cuore!
Poiché ne sono incapace, compi Tu stesso questa unione, opera questa fusione con la forza sovrana del tuo amore. Finché sono davanti a Te, avvolgimi con la tua presenza e fa’ che io non sia più che una cosa sola con Te!

Dal web

Colori della vita

Colori-della-vita

Inno alla vita (Madre Teresa di Calcutta)

La vita è bellezza, ammirala.
La vita è un’opportunità, coglila.
La vita è beatitudine, assaporala.
La vita è un sogno, fanne una realtà.
La vita è una sfida, affrontala.
La vita è un dovere, compilo.
La vita è un gioco, giocalo.
La vita è preziosa, abbine cura.
La vita è una ricchezza, conservala.
La vita è amore, donala.
La vita è un mistero, scoprilo.
La vita è promessa, adempila.
La vita è tristezza, superala.
La vita è un inno, cantalo.
La vita è una lotta, accettala.
La vita è un’avventura, rischiala.
La vita è felicità, meritala.
La vita è la vita, difendila.

Fiaccola della Fede

247058_156166877890248_640585923_n[1]Gli abitanti di Terranova di Pollino,in pellegrinaggio, consegnano la Fiaccola della Fede ai devoti di Sanseverino Lucano, visitando e pregando la Beata Vergine del Pollino.
La fede nelle varie regioni della terra, rischia di spegnersi,
con una fiamma che non viene più alimentata, tocca a noi fedeli di coltivarla per farla crescere sempre di più nei nostri cuori, con l’amore e la misericordia, come ci ha insegnato Nostro Signore Gesù Cristo.

Questo slideshow richiede JavaScript.


Oggi è il primo giorno di maggio il mese della Vergine Maria recitiamo tutti il Santo Rosario.
 

Maggio è un mese amato e giunge gradito per diversi aspetti. Nel nostro emisfero la primavera avanza con tante e colorate fioriture; il clima è favorevole alle passeggiate e alle escursioni.
Per la Liturgia, maggio appartiene sempre al Tempo di Pasqua, il tempo dell’”alleluia”, dello svelarsi del mistero di Cristo nella luce della Risurrezione e della fede pasquale; ed è il tempo dell’attesa dello Spirito Santo, che scese con potenza sulla Chiesa nascente a Pentecoste. Ad entrambi questi contesti, quello “naturale” e quello liturgico, si intona bene la tradizione della Chiesa di dedicare il mese di maggio alla Vergine Maria.
Ella, in effetti, è il fiore più bello sbocciato dalla creazione, la “rosa” apparsa nella pienezza del tempo, quando Dio, mandando il suo Figlio, ha donato al mondo una nuova primavera. Ed è al tempo stesso protagonista, umile e discreta, dei primi passi della Comunità cristiana: Maria ne è il cuore spirituale, perché la sua stessa presenza in mezzo ai discepoli è memoria vivente del Signore Gesù e pegno del dono del suo Spirito.

( Dal Magistero di Benedetto XVI )

Occhi di cielo
Se guardo il fondo dei tuoi occhi teneri
mi si cancella il mondo con tutto il suo inferno.
Mi si cancella il mondo e scopro il cielo
quando mi tuffo nei tuoi occhi teneri.
Occhi di cielo, occhi di cielo,
non abbandonarmi in pieno volo.
Occhi di cielo, occhi di cielo,
tutta la mia vita per questo sogno…
Se io mi dimenticassi di ciò che è vero
se io mi allontanassi da ciò che è sincero
i tuoi occhi di cielo me lo ricorderebbero,
se io mi allontanassi dal vero.
Occhi di cielo..
Se il sole che mi illumina un giorno si spegnesse
e una notte buia vincesse sulla mia vita,
i tuoi occhi di cielo mi illuminerebbero,
i tuoi occhi sinceri, che sono per me cammino e guida.

Occhi di cielo…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: