Feed RSS

Archivi tag: inperfezione

Ciò che siamo

                                fiori di campo.gif

Ogni giorno incontriamo persone che tendono a dominarci, a schiacciarci. Nel mondo della politica ho incontrato e incontro “i potenti”. In genere essi desiderano essere osannati, adorati, tenuti nel dovuto conto. In realtà siamo noi che, nell’intimo, collochiamo sopra di noi questo o quel personaggio. Lo stesso può succedere quando, trovandoci davanti all’interlocutore di riguardo, ci inchiniamo, ci avviciniamo a lui con fare impacciato, intimidito, da “inferiore”. E allora che cosa pretendiamo dall’altro? Siamo noi, con il nostro comportamento, che vogliamo tutto ciò, che vogliamo essere trattati da inferiori! Questo esempio non riguarda solo il mondo politico, ma qualsiasi altra categoria o settore della società. Si devono stimare gli altri come siamo abituati a stimare noi stessi. E’ evidente che, se una persona non si stima, non riuscirà a trattare l’altro come stima se stesso. O lo aggredirà o ne sarà intimidito, per poi odiarlo in cuor suo o alle spalle, da vigliacco. Non sono gli altri superiori a noi, siamo noi che permettiamo agli altri di esserci superiori. Ognuno di noi, se incontra una persona valida nel suo settore, la deve trattare con la debita stima per la sua abilità, non deve assolutamente sentirsi superiore o, al contrario, soccombere ad essa. Quindi come sempre tutto porta a noi stessi, all’individuo, a ciò che siamo. Dipende solo da noi se scegliamo di essere condizionati dalla nostra depressione, dal nostro senso di inferiorità, dal nostro senso di colpa. Il condizionamento non è né positivo né negativo. Viviamo nei condizionamenti. Bisogna capire il condizionamento per poterlo poi gestire con la propria personalità. Far sì che la vita non viva noi, ma noi viver la vita. Gestire il condizionamento significa essere liberi, liberi del condizionamento stesso. Gli adolescenti per esempio, e molto adulti nevrotici, non scelgono, ma reagiscono. Scegliere è vitale. Reagire è da animali. Vivere significa scegliere continuamente, ogni giorno, ogni minuto, ogni secondo. Essere se stessi significa riuscire a mettersi in contatto continuamente e sempre con la propria mente. La realtà dell’uomo è una realtà dinamica, che cambia tutti i giorni. Ogni giorno un essere umano si sveglia nuovo. E non bisogna aver paura di sbagliare. La paura di sbagliare porta a sbagliare perché non si vede l’autenticità dell’obbiettivo. La tensione emotiva fa commettere errori gravi. Dobbiamo accettare di sbagliare. Non dobbiamo credere di essere perfetti. La perfezione è egoismo, pignoleria, narcisismo. Essere umani significa essere imperfetti. E? l’imperfezione che ci motiva a crescere, a camminare verso la verità. Sono convinto che se fossimo perfetti non esisteremmo. D’altra parte chi non fa nulla non sbaglia mai. E soprattutto si deve essere umili. Capire e accettare gli errori. Umiltà non vuol dire umiliazione. Anzi. I grandi uomini sono sempre semplici, umili. I grandi uomini si complimentano per quello che fai. I grandi uomini non negano o impediscono la tua crescita. I grandi uomini non pensano di essere indispensabili per gli altri. E oltre ad ammettere la nostra imperfezione di uomini, cerchiamo di non aver timore nel cambiare idea. Un uomo che cerca la verità è anche disposto a cambiare idea. Se un uomo nella vita vuole solo aver ragione, costruisce nulla. vivere per cercare la verità, non vivere per aver ragione. Gli uomini che non vogliono ascoltare sono degli insicuri, perché le parole degli altri creano loro confusione. ma per fare ciò bisogna decidersi a prendere in mano il timone della propria vita. Non lasciarlo in mano ad altri. E ricordatevi: non c’è nulla che l’uomo non possa realizzare. La pigrizia umana è L’abitudine. E l’abitudine distrugge la propria crescita personale e i rapporti con le persone che ci stanno vicino. Fate vuoto dentro di voi. Riflettete. E se il lavoro che fate non è quello che voi considerate adeguato, cambiatelo. Vi tornerà l’entusiasmo e la voglia di vivere.

Da Fonte: Valerio Albisetti

Per essere felici

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: