Feed RSS

Archivi tag: ceneri

Mercoledì 6 marzo (delle ceneri) -Catechesi di papa Francesco sulla quaresima

Quaresima

VANGELO – Matteo 6,l-6.16-18
1 – Convertiti e credi al Vangelo.
2 – “Ricordati che sei polvere”. Devo essere umile e contento. Umile e attivo.

“PER IL DILAGARE DELL’INIQUITÀ L’AMORE DI MOLTI SI
RAFFREDDERÀ” (MT 24,12)

Di fronte ad eventi dolorosi, alcuni falsi profeti inganneranno molti, tanto da
minacciare di spegnere nei cuori la carità che è il centro di tutto il Vangelo. Quali
forme assumono i falsi profeti?
Essi sono come “incantatori di serpenti”, ossia approfittano delle emozioni umane
per rendere schiave le persone e portarle dove vogliono loro. Quanti figli di Dio
sono suggestionati dalle lusinghe del piacere di pochi istanti, che viene scambiato
per felicità! Quanti uomini e donne vivono come incantati dall’illusione del
denaro, che li rende in realtà schiavi del profitto o di interessi meschini! Quanti
vivono pensando di bastare a sé stessi e cadono preda della solitudine!
Altri falsi profeti sono -quei “ciarlatani” che offrono soluzioni semplici e
immediate alle sofferenze, rimedi che si rivelano però completamente inefficaci: a
quanti giovani è offerto il falso rimedio della droga, di relazioni “usa e getta”, di
guadagni facili ma disonesti! Quanti ancora sono irretiti in una vita
completamente virtuale, in cui i rapporti sembrano più semplici e veloci per
rivelarsi poi drammaticamente privi di senso! Questi truffatori. che offrono cose
senza valore, tolgono invece ciò che è più prezioso come la dignità, la libertà e la
capacità di amare. E’ I’inganno della vanità. Non fa meraviglia: da sempre il
demonio. che è <menzognero e padre della vergogna> ( Gv 8,44), presenta il male
come bene e il falso come vero, per confondere il cuore dell’uomo. Ognuno di
noi. perciò, è chiamato a discernere nel suo cuore ed esaminare se è minacciato
dalle menzogne di questi falsi profeti. Occorre imparare a non fermarsi a livello
immediato, superficiale, ma riconoscere ciò che lascia dentro di noi un’impronta
buona e più duratura, perché viene da Dio e vale veramente per il nostro bene.

Papa Francesco

Quaresima

Carità, preghiera e digiuno

Signore Gesù,
è cominciata la Quaresima
che ci condurrà a celebrare
la tua Pasqua di morte e di risurrezione.
Di anno in anno
tu ci offri questo appuntamento di grazia
perché la nostra fede
conosca una nuova primavera,
noi veniamo rinnovati nel profondo dell’esistenza
e ritroviamo un’armonia perduta.

Così tu ci indichi subito con quali mezzi
possiamo guarire il nostro cuore
e instaurare una relazione autentica
con noi stessi, con gli altri
e con il Padre tuo.

Attraverso la carità tu apri la nostra vita
alla compassione e alla solidarietà,
e la liberi da un inguaribile egoismo
che la soffoca e la rende sterile.

Con la preghiera tu ci inviti
a ristabilire il rapporto con Dio,
appannato dalla nostra negligenza,
offuscato da numerose infedeltà.

Con il digiuno tu ci chiedi
di guarire lo spirito
partendo dal nostro corpo,
di avvertire fame di tutto ciò
che conta veramente.

E perché ogni strumento si riveli efficace
tu ci domandi di agire
senza alcuna ostentazione.

Così questo sarà per noi un tempo di grazia.

Fonte: Parrocchia Sant’Antonio di Padova-Terranegra

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: