Feed RSS

Archivi tag: amare

Il digiuno gradito a Dio

deserto.jpgGesù vagò nel deserto sconfisse il male. Gesù insegnami a fare la tua volontà.

Il digiuno gradito a Dio

 Astieniti dal giudicare gli altri
Aiuta i deboli gli anziani e i sofferenti
Attieniti dal dire parole offensive
( riempiti la bocca di parole amorevoli )
Attenti alla scontentezza
Ringrazia per quello che hai
Riempi il cuore di gratitudine
Non arrabbiarti, sii paziente
Riempiti di speranza cristiana
Allontana da te le preoccupazioni
Prendi tempo per te
Diventa amico di Dio
Non lamentarti c’è sempre chi sta peggio
Apprezza la vita e le sue meraviglie
Tieniti lontano dallo stress ( chi te lo fa fare)
Riempi la vita di Preghiera
Astieniti dal risentimento
Riempi il tuo cuore di perdono
Non darti Arie, non serve a niente
Riempiti di compassione per gli altri
Non scoraggiarti mai, ma sii fervente nella fede
Liberati da ogni ostacolo che ti allontana da Gesù
Avvicinati a lui ed Amalo sopra ogni cosa

Dal Web

Hmx7ud4q4V2iHVX6_CcCBCt6z-c

Buona notte con preghiera

Cuore-1.jpg

SETTE PREZIOSI SUGGERIMENTI
DI MADRE TERESA di CALCUTTA

L’uomo è spesso irragionevole, illogico egocentrico:
Non importa, amalo.
Se fai il bene, ti diranno che lo fai per secondi fini egoistici:
Non importa, fa’ il bene.
Se realizzi i tuoi obbiettivi, incontrerai chi ti ostacola:
Non importa, realizza.
Il bene che fai forse domani sarà dimenticato:
Non importa, fa’ il bene.
L’onestà e la sincerità ti rendono vulnerabile:
Non importa, sii onesto e sincero.
Quello che hai aiutato non te ne sarà grato:
Non importa, aiutalo.
Dai al mondo il meglio di te, e forse sarai preso a pedate:
Non importa, dai il meglio di te.

L’ A B C della felicità

margherita-e-prato

Ideato da  Carla e consegnatomi da ? Mi semplicemente  ? che ringrazio tanto per avermi scelta.
le regole sono semplici :
 utilizzare il logo,
menzionare l’ideatrice,
ringraziare chi nomina,
esporre il proprio ABC, nominare 10 blog,
avvisare i nominati.
il mio ABC della felicità è :
A :come Amare

tramonto con cuore
Amare incondizionatamente ( amare senza condizione e liberamente)
Imparare ad amare prima se stessi, totalmente fisicamente e spiritualmente. Solo amando se stessi si può amare il prossimo, come se stessi. Essere felici nel dare senza chiedere mai niente in cambio.

lag0 di garda 2014-12-08 158B: come bellezza: svegliarsi al mattino, guardare il cielo, il sole, bearsi di tutto ciò che ci circonda, la natura è meravigliosa, ricordiamoci allora di ringraziare il Signore per il grande dono che ci ha fatto e che ci fa ogni giorno.

 

C: come credere,
Credo nell’amicizia è uno dei sentimenti più belli da vivere perché dà ricchezza, emozioni, complicità e perché assolutamente gratuita.
Giornata-Internazionale-dell’Amicizia

 

Credo in Dio ed è per questo che vi allego una citazione di Madre Teresa di Calcutta

 

Non cercate Gesù in terre lontane:
Lui non è là.
E’ vicino a voi.
E’ con voi.
Basta che teniate il lume acceso
e Lo vedrete sempre.
Continuate a riempire il lume
con piccole gocce d’amore
e vedrete quanto è dolce
il Dio che amate.

 

adesso le mie nomine:

https://puzlica.wordpress.
https://aliosapopovici.wordpress.com/
https://angelo712.wordpress.com/
https://primoleonardi.wordpress.com/
https://diolontanoevicino.wordpress.com/
https://mirandoelalma.wordpress.com/
https://poetyca.wordpress.com/
https://manutenzionepiscina.wordpress.com/
https://lifestyleswithlia.wordpress.com
https://calogerobonura.wordpress.com/

 

Un racconto

Viva-l'estategif
Il cuore più bello

C’era una volta un giovane in mezzo a una piazza gremita di persone: diceva di avere il cuore più bello del mondo, o quantomeno del suo paese. Tutti quanti gliel’ammiravano: era davvero perfetto, senza alcun minimo difetto.
Erano tutti concordi nell’ammettere che quello era proprio il cuore più bello che avessero mai visto in vita loro, e più lo dicevano, più il giovane s’insuperbiva e si vantava di quel suo cuore meraviglioso.
All’improvviso spuntò fuori dal nulla un vecchio, che emergendo dalla folla disse: “Beh, a dire il vero.. il tuo cuore è molto meno bello del mio.”
Quando lo mostrò, aveva puntati addosso gli occhi di tutti: della folla, e del ragazzo. Certo, quel cuore batteva forte, ma era ricoperto di cicatrici. C’erano zone dove dalle quali erano stati asportati dei pezzi e rimpiazzati con altri, ma non combaciavano bene – così il cuore risultava tutto rattoppato. Per giunta, era pieno di grossi buchi dove mancavano interi pezzi. Così tutti quanti osservavano il vecchio, colmi di perplessità, domandandosi come potesse affermare che il suo cuore fosse bello.

Il giovane guardò com’era ridotto quel vecchio e scoppiò a ridere: “Starai scherzando!”, disse. “Confronta il tuo cuore col mio: il mio è perfetto, mentre il tuo è un rattoppo di ferite e lacrime.”
“Vero”, ammise il vecchio. “Il tuo ha un aspetto assolutamente perfetto, ma non farei mai a cambio col mio. Vedi, ciascuna ferita rappresenta una persona alla quale ho donato il mio amore: ho staccato un pezzo del mio cuore e gliel’ho dato, e spesso ne ho ricevuto in cambio un pezzo del loro cuore, a colmare il vuoto lasciato nel mio cuore. Ma, certo, ciò che dai non è mai esattamente uguale a ciò che ricevi – e così ho qualche rattoppo, a cui sono affezionato, però: ciascuno mi ricorda l’amore che ho condiviso. Altre volte invece ho dato via pezzi del mio cuore a persone che non mi hanno corrisposto: questo ti spiega le voragini.
Amare è rischioso, certo, ma per quanto dolorose siano queste voragini che rimangono aperte nel mio cuore, mi ricordano sempre l’amore che provo anche per queste persone.. e chissà? Forse un giorno ritorneranno, e magari colmeranno lo spazio che ho riservato per loro. Comprendi, adesso, che cosa sia la VERA bellezza?”

Il giovane era rimasto senza parole, e lacrime copiose gli rigavano il volto. Prese un pezzo del proprio cuore, andò incontro al vecchio, e gliel’offrì con le mani che tremavano. Il vecchio lo accettò, lo mise nel suo cuore, poi prese un pezzo del suo vecchio cuore rattoppato e con esso colmò la ferita rimasta aperta nel cuore del giovane. Ci entrava, ma non combaciava perfettamente.
Il giovane guardò il suo cuore, che non era più “il cuore più bello del mondo”, eppure lo trovava più meraviglioso che mai: perché l’amore del vecchio ora scorreva dentro di lui.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: