Feed RSS

Il mio viaggio a lourdes

Questo slideshow richiede JavaScript.

Quest’anno sono ritornata a Lourdes con grandissimo entusiasmo, proprio in occasione del giorno della festa dell’Immacolata. Il nome con cui si fece chiamare la Signora da Bernadette Soubirous, in dialetto locale significa “ Io sono l’immacolata concezione”. A ridosso della grotta di Massabielle c’è la sorgente, dove tutti i pellegrini si vanno a bagnare e bere. Come disse la Signora a Bernadette: Andate alla fonte, bevete e bagnatevi di quest’acqua. Non so il perché, non ho mai fatto il “bagno” alle piscine, forse perché credevo fossero riservate a gente ammalata, gente in carrozzella paralizzata, gente che spera andando
a Lourdes di ricevere un miracolo. Non avevo capito che non è solo nel corpo che si guarisce. L’esperienza più toccante e più coinvolgente che si può provare a Lourdes è il “bagno” alle piscine ed io l’ho provato questa volta. Insieme a mia cognata e una signora di Genova abbiamo preso posto a sedere sulle panchine. Infatti per arrivare alle vasche bisogna fare la fila, creando un serpentone di persone che aspettano il proprio turno recitando Rosari, e cantando l’Ave Maria. Quello che succede dopo ha il sapore del ricordo ammantato di mistero: la voce gentile e le mani delicate della volontaria (ce n’è una per ogni pellegrino che arriva a quel punto) che mi aiuta a spogliarmi, stringendomi addosso un telo blu che libera la nudità da ogni imbarazzo; il passaggio oltre la tenda che nasconde la vasca. Qui sono quattro le volontarie che si prendono cura di me: due mi sorreggono saldamente per le braccia, altre due immergono nell’acqua un lenzuolo bianco, lo strizzano, con un gesto rapido e preciso lo passano sotto il telo blu, me lo avvolgono aderente al corpo, mi invitano a scendere nella vasca, a immergermi, a esprimere mentalmente le mie richieste … di grazia. In fondo alla vasca vedo la Madonnina mi chino a baciarla. Intanto le volontarie mi chiedono se voglio immergermi, l’acqua è gelida ma non sento alcun fastidio. Poi velocemente mi fanno uscire.  Stranamente Non sento freddo e non sono bagnata. Aiutata dalla volontaria mi rivesto ed esco fuori, ho nel cuore un grande calore ed una grandissima emozione. Sono felice.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: