Feed RSS

Dal volto

1c3b2b2ae30abef58859f41c5d21c3b4.jpg

Dal volto

Intenso volto incupito di tristezza scolpito da rughe che segnano il tempo, che inesorabile passa, lasciando solchi profondi.
Solo i ricordi ormai la tengono in vita povera donna stanca, e avvilita  dai trascorsi anni della vita.
Rimembra la casa, e le stanze, piene di canti e voce di infanti.
Forse figli o nipoti che con passi veloci han  preso il volo. E con la sua angoscia e tristezza di profonda solitudine, guarda le onde. Il mare, nella sua immensità più  profonda, dove tutte le sue lacrime nasconde.
Con la sua scopa in mano continua a guardare la sua distesa fino all’infinito. L’odore della salsedine, la sabbia tra le dita le riportano  alla mente, il suo trascorso il suo vissuto. Ogni cosa rivive, ricordi belli e brutti un po’ confusa. Nessun rimpianto in cuor suo. Aspetta la donna rassegnata e stanca, il tempo che passa. Vorrebbe afferrarlo, per dirgli rimani.
Le tende la mano e le sussurra pian piano, con un sospiro:” Vieni con me, ti porto in paradiso

Pinuccia Dattoli

Informazioni su Pinuccia Dattoli

Sono una donna di sessantasette anni, mi piace il computer ci passo il mio tempo libero. Condivido con gli amici, le mie foto, le mie gif animate i miei viaggi in camper, le poesie e le preghiere che trovo su internet. Accetto commenti solo da siti seri!

»

  1. C’è un filo sottile che mi fa pensare in questo scritto,che unisce chi non s’aspetta più nulla a chi desidera smettere di vivere per raggiungere l’Amato…la donna del tuo scritto vorrebbe afferrarlo per dirgli rimani…Sai è un po’ quello che provo quando vengo via dall’Adorazione Eucaristica…quando delusa da me stessa non vedo miglioramenti,quando so che appena torno nel mondo tutto ricomincia come prima ed io mi sento stanca di me,delle mie lotte inutili,dei miei progressi mancanti…invecchio e non riesco a sentirmi felice …invecchio e non imparo mai nulla.

    Rispondi
    • Grazie Lella del tuo commento. È molto profondo. Lella nei momenti bui della mia vita, ne ho avuti tanti credimi, penso ad una sola cosa che il Signore mi ama. Penso di essere importante agl’occhi di Dio. Questo mi da gioia, mi da forza per andare avanti. Mi ama talmente tanto, che ha mandato suo figlio per la nostra salvezza. La donna del ritratto è vero che con il passare del tempo andrà in paradiso, ma perché il suo tempo era scaduto. Ci va solo con la volontà di Dio. Diversamente è peccato solo pensarlo. Noi con le nostre azioni cerchiamo di piacere al Signore, il resto viene con la sua volontà. Sempre gioire per una cosa brutta, ci sono tante cose belle in dono per noi.Ringraziamo lo ogni momento per i tanti benefici che ci dà. Un abbraccio grande dal cuore ❤

      Rispondi
    • Scusami Lella se mi intrometto ma penso che invece di essere triste, di avercela con te stessa perchè ti sembra di non migliorare….accettati come sei, offri la tua pochezza, la tua nullità e lascia fare a Dio. Quando sei davanti a Lui nell’adorazione digli che pensi a guarirti, è un suo dovere però devi chiederglielo con forza e fiducia. Lascia fare a LUI.

      Rispondi
      • Grazie Lucetta per l’intervento, non trovavo le parole giuste per Lella. Buona serata.😘

      • riconoscere la propria miseria non vuole dire non accettarsi, e per quanto capisca che è anche un bene restare così a terra per non montare in superbia,non posso fare a meno di essere triste.

      • Prova a riflettere sul perchè sei triste e forse scoprirai, come succede spesso a me, che sono triste non per il dispiacere di non essere stata come Dio vorrebbe che fossi ma sono inquieta con me stessa per non esserci riuscita ancora una volta. E’ questo non è che orgoglio, almeno per me è così. Non pretendo di conoscere il tuo animo ma anch’io sono una donna di 72 anni che tende alla tristezza per vari motivi e questa è la mia croce che porto e combatto cercando motivi per non esserlo. Scusa ancora, non voglio darti lezioni ma solo condividere con te qualcosa che ci accomuna. Ti auguro ogni bene e di riuscire a vincere.

      • Lella succede a tutti di essere tristi, la vita ci mette a dura prova. Ma noi siamo fortunati abbiamo la fede. Essere cristiani non significa essere tristi anzi, ll contrario essere gioiosi non vuol dire cadere in superbia. Su con la vita Lella un abbraccio grande 😘

  2. Ciao mia cara, sei molto brava,mi sento spesso così con tanti ricordi e la casa vuota x fortuna ho la forza di scuotermi,ed andare avanti, purtroppo il tempo passato non si può riprendere.

    Rispondi
  3. Che bella poesia!!!! C’è tutto il passato, il presente, il futuro della vita. Complimenti mia cara. Buona giornata.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: