Feed RSS

Archivi del mese: luglio 2018

★ *˛ ˚♥ Buona serata ★ *˛ ˚♥ — tavolozza di vita

via ★ *˛ ˚♥ Buona serata ★ *˛ ˚♥ — tavolozza di vita

Parole – Words — tavolozza di vita

🌸Parole🌸 Nel silenzio raccogli parole intinte di luce Esprimi il tuo sentire e danza in punta di piedi Tu sei un respiro di vita nello slancio etereo oltre confine 22.07.2018 Poetyca 🌸🍃🌸 🌸Words In the silence collect words dipped of light Express your feeling and dance in tip of feet You are a breath of […]

via Parole – Words — tavolozza di vita

Buonanotte a tutti

01_bonne_nuit.gif

La luna tra i cipressi

Filari di cipressi, nella sera,
tra due alberi s’intravede uno spicchio di luna.
Illumina e sembra sorridere.
Ci ricorda del suo passato,
quando in un’altra fase,
va in cerca del sole di cui è follemente
innamorata. Solo una piccola parte di lei,
rimane a controllare la notte.
Sul palco cantori in coro intonano canti
Napoletani, funi culi, funi culà, e
Sedute in prima fila, applaudiamo divertiti,
allegramente partecipando con borbottii di canto.
Un’ aria umida e fredda ci sovrasta,
Questa è l’ora di andare, ci alziamo
divertiti finiamo la serata
Con applausi e risate.

Pinuccia Dattoli

Alla festa della creazione

                    Alla Festa della Creazione
               Autore: Bruno Ferrero – Libro: Solo il Vento lo Sa – Editore: Elledici

Tramonto

Il settimo giorno, terminata la Creazione, Dio dichiarò che era la sua festa. Tutte le creature, nuove di zecca, si diedero da fare per regalare a Dio la cosa più bella che potessero trovare.
Gli scoiattoli portarono noci e nocciole; i conigli carote e radici dolci; le pecore lana soffice e calda; le mucche latte schiumoso e ricco di panna.
Miliardi di angeli si disposero in cerchio, cantando una serenata celestiale.
L’uomo aspettava il suo turno, ed era preoccupato. “Che cosa posso donare io? I fiori hanno il profumo, le api il miele, perfino gli elefanti si sono offerti di fare la doccia a Dio con le loro proboscidi per rinfrescarlo”.
L’uomo si era messo in fondo alla fila e continuava a scervellarsi. Tutte le creature sfilavano davanti a Dio e depositavano i loro regali.
Quando rimasero solo più alcune creature davanti a lui, la chiocciola, la tartaruga e il bradipo poltrone, l’uomo fu preso dal panico.
Arrivò il suo turno.
Allora l’uomo fece ciò che nessun animale aveva osato fare. Corse verso Dio e saltò sulle sue ginocchia, lo abbracciò e gli disse: “Ti voglio bene!”.
Il volto di Dio si illuminò, tutta la creazione capì che l’uomo aveva fatto a Dio il dono più bello ed esplose in un alleluia cosmico.

“Per qual fine Dio ci ha creati? Dio ci ha creati per conoscerlo, amarlo e servirlo in questa vita, e per goderlo poi nell’altra, in Paradiso” (Catechismo di Pio X).

Lascia che ti ami, mio Dio.
Che cosa ho in cielo,
che cosa ho in terra, all’infuori di te?
Tu, Dio del mio cuore
e mia parte nell’eternità ,
lascia che mi aggrappi a te.
Sii sempre con me,
e se sarò tentato di lasciarti,
tu, mio Dio, non mi lasciare.

Preghiera strampalata — Giuseppe Bortoloso ocs

Signore, tutti urlano!
Aiutami…
Ad abbassare il tono della mia voce.
A trovare il silenzio dentro e fuori di me.
Ad ascoltare le parole appena sussurrate.
A sentire il profumo di un fiore appena sbocciato.
A discernere il bene dal male.
Ad usare sempre parole buone.
A benedire e non a maledire.
A comprendere i sogni e i desideri nascosti nel cuore della gente.
Ad inginocchiarmi davanti al tuo Santissimo Corpo.
Ad essere un uomo dalle mani dure ma dal cuore buono.
A riconoscere sempre i miei errori.
A togliere l’orgoglio dalla mia vita.
A portare ogni giorno la mia croce.
A riconoscerti nel volto di ogni persona.
Ad amare mia moglie di un amore eterno e sempre nuovo.
Ad accettare che i miei figli non sono “cosa mia”.
Ad essere in ogni luogo espressione della tua felicità.
Aiutami, Signore, a riconoscere sempre la tua voce.
Amen.
Adolfo Rebecchini

via Preghiera strampalata — Giuseppe Bortoloso ocs

Madonna del Carmine — Giuseppe Bortoloso ocs

Per noi carmelitani la Madonna del Carmine è come la festa della mamma. È lei che ci ha generato formando suoi seguaci dei pellegrini ex crociati. Il nostro rapporto con lei si è arricchito di una particolarità: vivendo nella sua terra ci siamo sentiti anche suoi fratelli per cui possiamo dire che è nostra sorella.

via Madonna del Carmine — Giuseppe Bortoloso ocs

Buona domenica a tutti

IMG-20180710-WA0002.jpg

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: