Feed RSS

San Giuseppe

Amici oggi è la festa di San Giuseppe, è la festa del papà ed è anche il mio onomastico! Vi voglio raccontare  una storia strana sul mio nome. Voglio condividerla con tutti voi, perché più di una volta mi sono detta: “Pina armati di Santa Pazienza, perché al mondo ce ne vuole tanta”. Circa una ventina di anni fa, nel comune dove vivo, hanno ritenuto opportuno di togliermi il secondo nome, Giuseppa, senza nessun avviso. Ho ereditato da mia nonna paterna il nome di Maria Giuseppa, diminutivo Giuseppina, di conseguenza divenne Pina. Alcuni invece mi chiamavano Pinuccia, perché ero di statura esile, non molto alta. Al mio paese si usava dare il nome dei nonni ai figli quando nascevano. Non che fosse stato un bellissimo nome per me, ma avendolo avuto sin dalla nascita, mi ci ero proprio affezionata. Poi sinceramente mi è sempre piaciuto sentirmi chiamare Pinuccia. Un giorno vidi arrivare a casa il codice fiscale rinnovato in cui mancava la lettera “G” e pensai che si fossero sbagliati. Nel frattempo dovevo rinnovare la carta di identità e andai in comune risultando solo “Maria”. Allora chiesi spiegazione all’ufficio anagrafe. C’era un’impiegata anche un po’ antipatica, che come risposta mi disse che era arrivata una circolare da Roma, che diceva di eliminare i secondi nomi se non attaccati al primo. Mi domandò perché mi lamentavo, visto che il mio nome era comunque brutto secondo lei. Se lo avessi rivoluto, avrei potuto riaverlo, ma ciò mi avrebbe comportato un grande disagio in termini di tempo e di spesa. Quindi il mio nome ad oggi è “Maria”, ma mi sento e sono “Pina”. ❤ ❤ ❤

santo2559big.jpg
storico scrisse le sue memorie, ma della santità di lui abbiamo le più belle testimonianze nella Sacra Scrittura.Iddio nei suoi arcani disegni aveva destinato Giuseppe ad essere il nutrizio del Salvatore Gesù Cristo, e sposo e custode della Vergine Madre. Maria trovò in Giuseppe il compagno fedele che l’assistè, la consolò, la difese. Il Vangelo ci fa vedere come da S. Giuseppe fosse ignorato il grande prodigio che lo Spirito S. aveva operato in Maria. Di fronte a questo fatto si trovò fortemente angustiato. E poiché tanta era la carità e la venerazione che egli nutriva per la sua santa sposa, aveva divisato in cuor suo di rimandarla occultamente. E già stava per eseguire il suo proposito, quando al Signore piacque rivelare per mezzo di un Angelo al suo servo fedele il grande mistero della Incarnazione. E quando il desiderato delle genti, il figlio di Dio venne ad abitare fra gli uomini, S. Giuseppe, con la SS. Vergine, fu il primo ad adorarlo. Quando il tristo re di Giudea, Erode, ordinò che tutti i bambini del territorio di Betlemme al disotto dei due anni fossero uccisi senza eccezione, Giuseppe, avvertito dall’Angelo in sogno, sorse prontamente, e presi Maria e il Bambino, fuggì in Egitto. Morto Erode, S. Giuseppe fu avvertito nuovamente dall’Angelo di far ritorno, ed egli, premuroso, rimpatriò. Temendo però di Archelao, succeduto nel trono al padre Erode, fu da Dio avvertito di stabilirsi in Galilea. Si ritirò a Nazaret, dove ricco di meriti, si spense fra le braccia di Gesù e di Maria. Per questo S. Giuseppe è il grande protettore dei moribondi e dei padri.

PRATICA. Impariamo da S. Giuseppe la fedeltà a Dio.

PREGHIERA. Dio, che con ineffabile provvidenza, ti sei degnato eleggere il beato Giuseppe a sposo della tua Santissima Madre, fa’ che venerandolo in terra qual nostro protettore meritiamo di averlo intercessore in cielo.

MARTIROLOGIO ROMANO. Nella Giudèa il natale di san Giuséppe, Sposo della beatissima Vergine Maria, Confessore, il quale dal Sommo Pontefice Pio nono, secondo i voti e le preghiere di tutto l’Orbe cattolico, fu dichiarato Patrono della Chiesa universale.

Fonte: Santo del giorno.it

Informazioni su Pinuccia Dattoli

Sono una donna di sessantasette anni, mi piace il computer ci passo il mio tempo libero. Condivido con gli amici, le mie foto, le mie gif animate i miei viaggi in camper, le poesie e le preghiere che trovo su internet. Accetto commenti solo da siti seri!

»

  1. Tantisimi auguri cara, mi ricordo di questa cosa dei due nomi.

    Rispondi
  2. Auguri di buon onomastico cara Pinuccia. La cosa importante è avere le virtù di san Giuseppe e fai bene a sentirti Maria Giuseppa. Un abbraccio.

    Rispondi
    • Le virtù di san Giuseppe, sono molto ambite, ma è anche un impresa ardua, sarebbe troppo bello! Bisogna accontentarsi di come si è. Forse al Signore piaccio lo stesso così come sono, Lucetta io voglio piacergli, almeno lo spero, con i miei pregi e i miei difetti. Ma di una cosa sono sicura Lui ci ama, ed io ce l’ho al centro del mio cuore ❤ Buona serata ❤

      Rispondi
      • Che bello sentirti parlare così. Per me è la stessa cosa. E’ il faro che mi guida. E’ la luce che mi fa andare avanti. Buona serata a te.

  3. Linda es tu Historia y triste, pero sigues llamándote María José..
    yo también tengo mi historia, pero es muy linda!!!
    Mis padres habían tenido tres hijos varones y buscaban la nena, cuando nací me pusieron el nombre de mi madre y de mi papá..
    Por lo tanto soy Josefa Rosita ( para distinguirme del Rosa de mi madre )..
    Dijeron es la última y les ponemos el nombre de los dos, pero después tuvieron otros tres hijos mas..
    Fue muy gracioso!!!
    Pero no me disgusta el Josefa y el Rosita!!!
    Abrazos Pinuccia y Feliz Santo…

    Rispondi
  4. Grazie carissima Rosita! Anche tu hai la tua storia, e ti chiami Josefa, allora ti faccio gli auguri per il tuo onomastico. I nomi sono tutti belli, quando si pronunciano con dolcezza. San Giuseppe secondo il Nuovo Testamento è lo sposo di Maria e il padre putativo di Gesù, ha avuto un compito molto importante nella sua vita, dobbiamo essere molto orgogliose del nostro nome. Ti mando un grosso abbraccio Rosita buona notte ❤

    Rispondi
  5. Tanti auguri cara Giuseppina…come il nome di mia madre…Giuseppe mio figlio.
    Questo nome mi piace molto.
    Parecchi anni fa,nella notte del Santo Natale sognai San Giuseppe,mi disse”grazie per avermi portato mio figlio perché il piccolo Gesù si era perso,e la Madonna che piangeva si strinse suo figlio forte a se.
    Mi consolai con quel bellissimo sogno,perché per me il Natale non è tanto facile lontano dai figli.L’ America e così lontana…non sempre si può.
    Tanti auguri e abbracci Giuseppina…sogni sereni❤

    Rispondi
    • Grazie Caterina, capisco quant’è pesante sopportare la lontananza. Ho mia mamma anziana, abita distante da me mille km, non riuscirei a vivere lontano anche da mia figlia. Ma i figli non sono nostri, sono un dono ricevuto, questo dobbiamo pensare. Li mettiamo al mondo, li alleviamo stiamo attenti alla loro salute, l’educazione li facciamo diventare grandi, li mettiamo nelle mani del Signore. Poi un giorno prendono il volo, si sposano, e noi dobbiamo cedere il posto primario nella loro vita, diventiamo i nonni. Buona giornata carissima Caterina un grande abbraccio ❤

      Rispondi
    • ¡¡¡Buenas tardes Pinuccia, que tengas un día muy feliz!!!
      ¡¡¡Según dicen por aquí, hoy comienza el Otoño!!!
      Un fuerte abrazo y buena semana …

      Rispondi
  6. Rebecca Antolini

    Per me rimani sempre Pinuccia… tvb bussi ♥ buono onomastico 😉

    Rispondi
  7. Auguri di buon onomastico, cara Pinuccia !!! 🙂 🙂 🙂

    Con simpatia,
    Aliosa !!! 🙂 🙂 🙂

    Rispondi
  8. Buona Domenica delle Palme

    a te e alla tua famiglia, cara Pinuccia ! 🙂
    Aliosa ! 🙂

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: