Feed RSS

Fausto è ritornato

 

Campo di grano

Campo di grano

IL SENSO DEL VENTO
di Fausto Corsetti
Leggere le parole scritte dal primo vento caldo che accarezza – talora anche con particolare vigore – un campo di grano ormai prossimo alla mietitura: avete mai provato?
Quegli steli fragili, ma preziosi, vanno, vengono, si affliggono, si rialzano, si lasciano piegare senza spezzarsi, si sostengono reciprocamente. Per un attimo tutto cessa, poi tutto riprende. Il vento torna a scrivere le sue parole su quella superficie, su quel foglio di sole tanto flessibile e tenace. E tutto ricomincia.
Immobili, si può rimanere a guardare per lungo tempo un tale “raccontare” che non affatica. Lo sguardo insegue l’oscillare continuo di linee improvvise e disegni imprevedibili, nel difficile tentativo di riconoscere forme familiari o di interpretare parole dette e subito sostituite da una mano invisibile, ma pur in grado di evocare racconti lontani insieme a emozioni primordiali e desiderate.
Quante sono le parole dette, non scritte, che restano – o possono restare – sospese, sospinte da un vento che avvolge, interpella, racconta, rapisce, custodisce, consegna. Uscire nel vento, sottraendosi a ritmi vorticosi più o meno imposti dall’esterno, traduce il tentativo di risalire sentieri non tracciati, alla ricerca di fonti inesauribili, ed esprime il desiderio di apprendere linguaggi che sappiano costruire legami, possibilità nuove di comunicazione, travaso di confidenze, condivisione di silenzi e di sintonie altre.
Camminare in spazi ancora da esplorare, legarsi al passo di chi cerca esempi piuttosto che maestri e andare insieme avanti, oltre, sospinti da quel vento interiore che porta verso ciò che è nuovo, non stanca mai.
Tutto ha voce, tutto è voce per chi sa ascoltare, fare spazio, spalancare, lasciar entrare luci, oscurità, suoni, silenzi, profumi, colori.
Immensa come la luce, densa come la notte è la vibrazione del cuore di chi immagina e guarda così profondamente da saper dare senso al vento, che agita non solo vaste distese di grano, e si dimostra pronto a intraprendere cammini che, ad ogni svolta, alludono a mete ancora nuove.
Nella vita tutto muta, continuamente, frequentemente. Ma proprio in questo infinito gioco di trasformazioni tutto può diventare vita se solo si abbia sufficiente immaginazione e forza per tornare a inseguire sentieri che portino al cuore della vita, al cuore delle vite di quanti ci camminano accanto, vicini, a volte legati da un filo invisibile, inconsapevole che può creare unità, scambio, collegamento.

Annunci

Informazioni su Pinuccia Dattoli

Sono una donna di sessantacinque anni, mi piace il computer ci passo il mio tempo libero. Condivido con gli amici, le mie foto, le mie gif animate i miei viaggi in camper, le poesie e le preghiere che trovo su internet. Accetto commenti solo da siti seri!

»

  1. Bongiorno Fausto! Grazie del dono che mi hai lasciato, a me tanto gradito. Scusa se non ti ho risposto subito. Questo brano l’ho letto e riletto, ed è ancora più profondo degli altri due. Io sono credente, ho la fede e credo che ognuno ci vede quello che si porta dentro. Quando mi parli di spighe, che accarezzate dal vento, oscillano, si piegano e non si spezzano, restando unite tra loro, non posso fare altro che pensare a un gruppo di persone legate dalla fede, per le quali essa stessa è talmente radicata dentro di loro, da sorreggerli sempre, tanto che se anche dovessero inciampare o cadere, si rialzerebbero con maggiore tenacia, continuando a percorrere il giusto cammino. Poi penso al vento impetuoso e tante volte delicato, dentro di noi. Penso a colui che ci guida, colui che viene in nostro aiuto, che ci risolleva, il consolatore dell’anima nostra. E quel filo sottile di cui hai parlato, che unisce tutti noi, dando emozione ai nostri cuori, unendoci in un abbraccio amorevole, che ci conduce verso la vita vera. Verso la verità ed infinito amore. Grazie ancora carissimo Fausto, e a voi tutti amici del blog. Un grande abbraccio a te Fausto e a tutti voi che leggete. ❤

    Rispondi
    • GRAZIE, Pinuccia. GRAZIE per le tue riflessioni profonde. Il vento, la vita…la nostra provvisorietà.
      La provvisorietà è forza quando la si accetta a viso aperto e la si adotta a criterio di verità delle scelte della vita. Quando ci si accoglie e ci si ama in ogni stagione della vita e si sa essere giovani, adulti e vecchi. Quando si sa trarre da ogni età e condizione il meglio da offrire. Con verità, saggezza e coraggio.
      Un caro saluto.

      Rispondi
    • Anch’io Pinuccia non ho potuto fare a meno di pensare allo Spirito Santo che consola, illumina, indirizza gli animi, le menti di coloro che credono verso la Luce. Complimenti a Fausto e grazie a te per la condivisione.

      Rispondi
  2. Saluto e ringrazio tutti per ogni affettuoso pensiero, considerazione, simpatia espressi nei miei confronti. Apprezzo il suggerimento di aprire un blog, tuttavia amo troppo l’accettazione, l’ospitalità e soprattutto la condivisione rispetto all’evidenza di una mia “vetrina personale”.
    E’ straordinario bussare alla porta di qualcuno, essere accolto, ospitato e, addirittura, rinfrancato da una tisana di emozioni. Insomma, veramente una simpatica accoglienza.

    A presto.

    Rispondi
  3. In un qual modo le sue riflessioni sono tutte collegate, e da tutte si evince che tutto o quasi è determinato dalle nostre scelte, dal saper e voler ascoltare o vedere, e andare oltre l’apparenza delle cose.
    Buon pomeriggio 🙂

    Rispondi
  4. ¡¡¡Muchas Gracias A Fausto, tiene un pensamiento lleno de amor, por lo que nosotros decimos es un poeta del alma!!
    ¡¡¡Gracias a ti Pinuccia por compartirlo!!!
    Siento mucha paz al leerlo…
    Que descanse buenas noches!!!
    Abrazos desde el cariño!!!

    Rispondi
    • Grazie a te Rosita! Sono felice che il ti piace quello che scrive Fausto, Vero Fausto anche per me è il poeta dell’anima. Sono contenta che quello che scrive ti fa stare bene, per questo mi fa tanto piacere condividerlo. Ti mando un abbraccio dal cuore e ti auguro una bella settimana carissima amica ❤

      Rispondi
  5. Per chi vuole ascoltare..vedere..amare,va sempre oltre…tutto è vita…tutto eterno.. tutto un senso.
    Di questo si nutre l’anima.
    Grazie a voi.
    Abbracci.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: