Feed RSS

Dov’è finita la Cometa


Dov’è finita la stella cometa?
(Bruno Ferrero, L’iceberg e la duna, Elledici, 2015)
Quando i Re Magi lasciarono Betlemme, salutarono cortesemente Giuseppe e Maria, baciarono il piccolo Gesù, fecero una carezza al bue e all’asino. Poi, con un sospiro, salirono sulle loro magnifiche cavalcature e ripartirono.

«La nostra missione è compiuta!», disse Melchiorre, facendo tintinnare i finimenti del suo cammello. «Torniamo a casa!», esclamò Gaspare, tirando le briglie del suo cavallo bianco. «Guardate! La stella continua a guidarci», annunciò Baldassarre.

La stella cometa dal cielo sembrò ammiccare e si avviò verso Oriente. La corte dei Magi si avviò serpeggiando attraverso il deserto di Giudea. La stella li guidava e i Magi procedevano tranquilli e sicuri. Era una stella così grande e luminosa che anche di giorno era perfettamente visibile. Così, in pochi giorni, i Magi giunsero in vis ta del Monte delle Vittorie, dove si erano trovati e dove le loro strade si dividevano.

Ma proprio quella notte cercarono invano la stella in cielo. Era scomparsa. «La nostra stella non c’è più», si lamentò Melchiorre. «Non l’abbiamo nemmeno salutata». C’era una sfumatura di pianto nella sua voce. «Pazienza!», ribatte Gaspare, che aveva uno spirito pratico. «Adesso possiamo cavarcela da soli. Chiederemo indicazioni ai pastori e ai carovanieri di passaggio».

Baldassarre scrutava il cielo ansiosamente; sperava di rivedere la sua stella. Il profondo e immenso cielo di velluto blu era un trionfo di stelle grandi e piccole, ma la cometa dalla inconfondibile luce dorata non c’era proprio più. «Dove sarà andata?», domandò, deluso. Nessuno rispose. In silenzio, ripresero al marcia verso Oriente.

La silenziosa carovana si trovò presto ad un incrocio di piste. Qual era quella giusta? Videro un gregge sparso sul fianco della coll ina e cercarono il pastore. Era un giovane con gli occhi gentili nel volto coperto dalla barba nera. Il giovane pastore si avvicinò e senza esitare indicò ai Magi la pista da seguire, poi con semplicità offrì a tutti latte e formaggio. In quel momento, sulla sua fronte apparve una piccola inconfondibile luce dorata.

I Magi ripartirono pensierosi. Dopo un po’, incontrarono un villaggio. Sulla soglia di una piccola casa una donna cullava teneramente il suo bambino. Baldassarre vide sulla sua fronte, sotto il velo, una luce dorata e sorrise. Cominciava a capire.

Più avanti, ai margini della strada, si imbatterono in un carovaniere che si affannava intorno ad uno dei suoi dromedari che era caduto e aveva disperso il carico all’intorno. Un passante si era fermato e lo aiutava a rimettere in piedi la povera bestia. Baldassarre vide chiaramente una piccola luce dorata brillare sulla fronte del compassionevole passante.

«Adesso so dov’è finita la nostra stella!», esclamò Baldassarre in tono acceso. «È esplosa e i frammenti si sono posati ovunque c’è un cuore buono e generoso!». Melchiorre approvò: «La nostra stella continua a segnare la strada di Betlemme e a portare il messaggio del Santo Bambino: ciò che conta è l’amore». «I gesti concreti dell’amore e della bontà insieme formano la nuova stella cometa», concluse Gaspare. E sorrise perché sulla fronte dei suoi compagni d’avventura era comparsa una piccola ma inconfondibile luce dorata.

Ci sono uomini e donne che conservano in sé un frammento di stella cometa. Si chiamano cristiani.

Fonte: https://gpcentofanti.wordpress.com/2017/01/06/liturgia-del-giorno-audio-salmo-7271-12/

Annunci

Informazioni su Pinuccia Dattoli

Sono una donna di sessantacinque anni, mi piace il computer ci passo il mio tempo libero. Condivido con gli amici, le mie foto, le mie gif animate i miei viaggi in camper, le poesie e le preghiere che trovo su internet. Accetto commenti solo da siti seri!

»

  1. ciao pinuccia, l’epifania tutte le feste porta via…. un saluto ed un abbraccio

    Rispondi
  2. Buongiorno Pinuccia ! 🙂
    Epiphany è venuto a noi
    per il freddo e un sacco di neve,
    e ora il cielo è coperto,
    e in agguato per la neve! 🙂
    Questo è sempre stato,
    Epifania su di noi,
    Iara mondo come un matto
    affollano la canna
    ricevere l’acqua santa,
    al fine di dare anche le pecore! 🙂
    Grazie per i complimenti
    La signora buona, generosa,
    per me la sua un piacere,
    leggere il tuo post! 🙂
    Oggi, rendiamo omaggio a lui di St. John
    con acquavite di prugne, cibi raffinati, vino e canzoni di partito! 🙂
    Un bel fine settimana come Pinuccia cara! 🙂
    Con tutto il cuore un abbraccio caldo e amichevole,
    Aliosa 🙂

    Rispondi
  3. Bonjour PINUCCIA et bon jour de l’Epiphanie,

    L’amitié d’un jour peut durer toujours
    C’est une chose naturelle quand elle est virtuelle
    Donner sans attendre en retour
    Ce petit bonheur d’un petit coucou
    On se remonte le moral, quand on est mal
    On ne se fait pas de peine, on ne connait pas la haine
    Les kilomètres nous séparent mais rien de grave
    Ce qui la rend belle, c’est cette étincelle de l’amitié
    Que l’on ne peut pas acheter
    Je te souhaite une excellente journèe

    Gros bisous

    Bernard

    Rispondi
    • Merci cher ami Bernard de votre visite, sur mon blog. Je suis heureuse de votre amitié même si virtuelle.parce que pour moi l’amitié est très importante.un ami pour moi a plus valeur qu’un trésor.Bonne soirée et un baiser d’amitiè Pinuccia

      Rispondi
  4. I magi seguirono la stella che poi sparì. La stella che invece continua a guidarci ogni giorno è la PAROLA di Dio, la sua amicizia e vicinanza. Buon cammino Pinuccia.

    Rispondi
  5. Hola****Pinuccia****que hermosa Historia**de * Reyes !!

    Que la ilusión mantenga encendida esa estrella****

    muchos cariños****

    buen fin de semana!!!!!!!

    Rispondi
  6. Danke liebe Pinuccia schöner Text und Bilder lieber Gruß und Umarmung Gislinde

    Rispondi
  7. ¡¡¡Hola Pinuccia!!!!
    ¡¡¡¡Estoy de vacaciones!!!!
    Pero igual hoy he logrado un poco de Internet!!!!
    ¡¡¡Hermosa historia de los Reyes Magos!!!!
    Dentro nuestro corazón siempre hay un niño que vive la ilusión dé los Tres Reyes Magos!!!!
    Te mando un fuerte abrazo con todo mi Cariño! !! Felicidades para este nuevo Año!!!! Te quiero mucho…

    Rispondi
  8. Bonjour ou Bonsoir ★* *★ PINUCCIA

    Ce jour
    J’écoute Le Vent

    Me souffler des mots puissants et attachants
    A mon oreille il est venu me murmurer

    Des élans d’amitié avec des envies de liberté

    Me dire combien notre amitié compte entre toi et moi
    Une Amitié avec un grand A
    je te souhaite une excellente journée ou soirée’
    Une douce belle journée si je suis de journée

    Ou une tendre nuit si mon passage est du soir

    Gros bisous

    Bernard

    Rispondi
  9. Buongiorno Pinuccia !
    Grazie della visita e desideri ! 🙂
    Buon Weekend ! 🙂

    Ti mando un abbraccio ! 🙂
    Con amicizia,
    Aliosa 🙂

    Rispondi
  10. Speriamo di ritrovarla sempre quella luce.
    Dolce notte cara Pinuccia

    Rispondi
    • Quella luce la troviamo dentro di noi, sempre! Naturalmente va alimentata. Potrebbe affievolirsi, ma mai spegnersi (secondo me). Grazie della tua visita sempre gradita, un abbraccio carissima 🙂

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: