Feed RSS

Archivi del mese: settembre 2015

Oggi con un po’ di tristezza carissimi amici lascio il mio blog, non lo chiudo, così potrò venire ogni tanto a commentarvi e a leggervi …. Ma voglio lasciarvi una preghiera è cortissima ma tanto bella, leggetela per favore.

Esaltazione_della_Santa_Croce_E
Chi non prende la sua croce e non mi segue, non è degno di me 

Cliccate su questo link

la sacra bibbia  in file pps

 
A Gesù Crocifisso
Ciò che mi attira verso di Voi, Signore,
siete Voi!
Voi solo, inchiodato alla Croce,
con il corpo straziato tra agonie di morte.

E il vostro amore
si è talmente impadronito del mio cuore
che, quand’anche non ci fosse il Paradiso,
io vi amerei lo stesso.

Nulla avete da darmi
per provocare il mio amore
perché quand’anche non sperassi ciò che spero,
pure vi amerei come vi amo.

Amen. 
S.Carlo Borromeo

LA ROSA

20150615_122705

LA ROSA
Una rosa bramava giorno e notte la compagnia delle api, ma nessuna andava a posarsi sui suoi petali.
Nonostante ciò, il fiore continuò a sognare:
nelle lunghe notti, immaginava un cielo dove volteggiavano miriadi di api, che si posavano a baciarla teneramente.
Grazie a questo sogno, riusciva a resistere fino all’indomani, allorché tornava a schiudersi con la luce del sole.
Una notte, conoscendo la solitudine che la attanagliava, la luna domandò alla rosa:
“Non sei stanca di aspettare?”
“Forse si. Ma devo continuare a lottare.”
“Perché?”
“Perché se non mi schiudo, appassisco.”

Nei momenti in cui la solitudine sembra annientare ogni bellezza, l’unica maniera di resistere è quella di mantenersi aperti.
Paulo Coelho

Illusione

senza-volto

Non ci sono Volti;
le Immagini,
Le Parole
traducono la Nostra essenza.
Nulla sfugge alla profondità dell’Anima.
Tutto è così chiaro
per un Occhio, ed un Orecchio sensibile.
Tutto ha un Suono.
Tacite Comunicazioni
Silenziose, significative espressioni ,
viaggiano nell’Etere
e Noi Le comprendiamo

Il latte di Dio

Cascina

IL LATTE DI DIO
Un giorno, quando camminava nel deserto, 
Mosè incontrò un pastore
Passò tutta la giornata con lui 
e l’aiutò a mungere le pecore
All’imbrunire, Mosè vide il pastore che versava un po’ del latte migliore 
in una scodella che poi depose su una pietra, 
poco distante dalla capanna dove si trovavano
Mosè domandò a che cosa servisse quel latte 
e il pastore rispose: 
“È il latte di Dio”
Incuriosito, Mosè gli chiese di spiegarsi
Il pastore gli disse: 
“Metto sempre da parte il latte migliore e lo offro a Dio”
Mosè sentì il bisogno di correggere la fede ingenua del pastore
e insistette: 
“E Dio lo beve?”
“Certo!” 
rispose il pastore
Mosè cominciò a spiegare che Dio è puro spirito 
e quindi non può bere latte
Il pastore non gli credeva 
e Mosè gli suggerì di nascondersi dietro un cespuglio 
per vedere se Dio sarebbe veramente venuto a bere il suo latte
Il pastore si nascose appena scese la notte
Al chiarore della luna, 
vide un volpacchiotto arrivare dal deserto trotterellando
Dopo aver guardato a destra e a sinistra, 
l’animale si buttò sul latte che lappò golosamente
Poi sparì di nuovo nel deserto
Il giorno dopo, Mosè vide il pastore triste
“Qualcosa non va?” 
gli chiese
“Avevi ragione tu” 
gemette
“Dio è un puro spirito e non vuole il mio latte!”
Sbalordito, Mosè esclamò: 
“Dovresti essere contento. 
Adesso sai qualcosa di più su Dio rispetto a qualche giorno fa”
“Sì”
ammise il pastore
“Ma la sola cosa che avevo per mostrargli il mio amore 
mi è stata tolta”
Mosè comprese 
Si ritirò in solitudine e cominciò a pregare con tutte le sue forze
Nel corso della notte, 
Dio gli apparve e gli disse:
“Mosè, hai sbagliato
È vero che sono puro Spirito, 
ma accettavo con piacere il latte offerto dal pastore, 
in segno del suo amore; 
però, dal momento che non avevo bisogno del suo latte, 
lo dividevo con quel volpacchiotto che ne è goloso”
Ci sono uomini che si credono molto sapienti 
e deridono la fede dei semplici e delle “vecchiette”
Dobbiamo ricordare sempre la gioiosa preghiera di Gesù:
“Ti ringrazio, Padre, Signore del Cielo e della terra
Ti ringrazio perché hai nascosto queste cose ai grandi e ai sapienti
e le hai fatte conoscere ai piccoli. 
Si, Padre, così tu hai voluto”
(Bruno Ferrero)

Premio Virtuale Sisterhood of the World

  ?¸.•°°SISTERHOOD OF THE WORLD BLOGGERS AWARD   ?¸


image142


Sono grata a Poetyca  per questo riconoscimento.
Di cosa si tratta? 
Di una sorta di ” dialogo” per conoscersi meglio e dunque di rispondere ad alcune domande e di formularne altre per le persone nominate.
Ecco le regole della nomination: 
* inserire il logo del Premio
* ringraziare il blog che ti ha nominato
* rispondere a dieci domande
* nominare dieci bloggers e avvisarli
* scrivere dieci domande ai nuovi nominati
Ecco dunque le domande, con le mie risposte, di Poetyca: 
 
1) Rimpiangi qualcosa della tua infanzia?
Il profumo del tiglio, ed arrampicarmi sugli alberi, fare corse in bicicletta insieme ai miei fratelli
2) Cosa hai imparato ad apprezzare di te stesso/a?
L’altruismo mi piace pensare agli altri
3) Quale musica preferisci?
Mi piace tutta tranne la metallica e la rap
4)Che genere di letture ami?
Preferisco leggere la Bibbia, libri di Santi, gialli, racconti di avventura,
Ad esser sincera leggo poco
5) Credi alle ” coincidenze” o pensi che nella vita nulla abbia un legame?
Credo che nulla succede per caso, che tutto è scritto e che se siamo su questa terra
Ci siamo per una ragione, ogn’uno di noi ha un compito da svolgere, credo in un piano divino.
6) Arrivato/a questo punto della vita, ti senti appagato/a?
Credo di sentirmi appagata, ho imparato ad apprezzare anche le piccole cose che la vita ci offre e ringrazio il Signore ogni giorno perché mi ha dato tanto.
7) Cosa ti piacerebbe realizzare?
Un viaggio in terra Santa sarebbe il massimo della felicità, ma so che per me sarà una cosa impossibile da realizzarsi.
8)Cosa ci insegnano i bambini?
 Ci insegnano ad essere felici senza motivo, ascoltare, ci insegnano ad essere spontanei, liberi, anticonformisti, a fantasticare a giocare con loro e ritornare un po’ bambini anche noi.
9)Attraverso il tuo blog, con il dialogo con altre persone, cosa hai imparato?
A condividere le esperienze, ricette,racconti,musica,poesie bellissime amicizia e tante altre cose.
10) Ci sono cose che non dimenticheresti mai, quali? 
Non dimenticherei mai le promesse fatte e non mantenute

Dovrei proporre 10 domande,ma lascio queste perché mi sono piaciute tanto
Ringrazio tutti voi 
Pinuccia

Qui di seguito i 10 Blogger da me nominati: 

                                  http://calogerobonura.wordpress.com/
Enricogarrou            
http://enricogarrou.wordpress.com/

Mi…semplicemente  http://mifo60.wordpress.com/
                                  http://giardinointeriore.wordpress.com/
                                  http://mirandoelalma.wordpress.com/
                                  http://dadaword.wordpress.com/
                                  http://sardefinocchietto.wordpress.com/
                                 http://bernard25.wordpress.com/
   Martine                  http://diemarty.wordpress.com
                                  http://malaklove.wordpress.com/

                                        

Amicizia

Il mio cappotto

“Il mio cappotto e io viviamo comodamente insieme.
Ha assunto tutte le mie pieghe,
non mi infastidisce da nessuna parte,
si è adattato alle mie deformità,
gli stanno bene tutti i miei movimenti
e io avverto la sua presenza
soltanto perché mi tiene caldo.
I vecchi cappotti e i vecchi amici
sono la stessa cosa.” 
(Victor Hugo)

Buona giornata a tutti

Un giorno senza sorriso è un giorno perso
( Charlie Chaplin )

cipollina

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: