Feed RSS

Archivi del mese: gennaio 2015

Una storia


indiano-che-balla

Tanto tempo fa un missionario attraversava le Montagne Rocciose con un giovane indiano che gli faceva da guida.
Tutte le sere, ad un preciso momento del tramonto, il giovane indiano si appartava, si voltava verso il sole e cominciava a muovere ritmicamente i piedi e a cantare sottovoce una canzone dolcissima, soffusa di nostalgia.
Quel giovane che danzava e cantava rivolto al sole morente era uno spettacolo che riempiva di ammirata curiosità il missionario.
Così, un giorno, chiese alla sua guida: “Qual è il significato di quella strana cerimonia che fai tutte le sere?”.
“Oh, è una cosa semplice” rispose il giovane.
“Io e mia moglie abbiamo composto insieme questa canzone. Quando siamo separati, ciascuno di noi, dovunque si trovi, si volta verso il sole un attimo prima che tramonti, e comincia a danzare e cantare. Così, ogni sera, anche se siamo lontani, cantiamo e balliamo insieme”.

Quando il sole tramonta, tu con chi balli?

Poesia

pensieri

Vita della mia vita,
sempre cercherò di conservare
puro il mio corpo,
sapendo che la tua carezza vivente
mi sfiora tutte le membra.

Sempre cercherò di allontanare
ogni falsità dai miei pensieri,
sapendo che tu sei la verità
che nella mente
mi ha acceso la luce della ragione.

Sempre cercherò di scacciare
ogni malvagità dal mio cuore,
e di farvi fiorire l’amore,
sapendo che hai la tua dimora
nel più profondo del cuore.

E sempre cercherò nelle mie azioni
di rivelare te,
sapendo che è il tuo potere
che mi dà la forza di agire.

Tagore

Il Crocifisso

Signore, Ti ringrazio

che sei morto in croce per i miei peccati! 

Dalla croce per noi è nata la vita

 

Inno al Crocifisso di S. Paolo della Croce

Nella croce il santo amore

perfeziona l’alma amante,

quando fervida e costante

gli consacra tutto il cuore.

Oh, se io potessi dire

qual tesoro alto e divino

che il Dio Uno e Trino

ha riposto nel patire…

Ma perché è un grande arcano

all’amante sol scoperto,

io, che non sono esperto,

sol l’ammiro da lontano.

Fortunato è quel cuore,

che sta in Croce abbandonato,

nelle braccia dell’Amato,

brucia sol di santo Amore;

ancor più è avventurato

chi nel nudo suo patire,

senza ombra di gioire

sta in Croce trasformato.

Oh felice chi patisce

senza attacco al suo patire,

ma sol vuol a sé morire,

per più amar chi lo ferisce.

Io ti do questa lezione

della Croce di Gesù;

ma l’imparerai tu più

nella santa orazione. Amen

Preghiera

S,-Maria

1953b54a
PREGHIERA DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI

Maria, Madre del sì, tu hai ascoltato Gesù
e conosci il timbro della sua voce e il battito del suo cuore.
Stella del mattino, parlaci di Lui
e raccontaci il tuo cammino per seguirlo nella via della fede.
Maria, che a Nazareth hai abitato con Gesù,
imprimi nella nostra vita i tuoi sentimenti,
la tua docilità, il tuo silenzio che ascolta
e fa fiorire la Parola in scelte di vera libertà.
Maria, parlaci di Gesù, perché la freschezza della nostra fede
brilli nei nostri occhi e scaldi il cuore di chi ci incontra,
come Tu hai fatto visitando Elisabetta
che nella sua vecchiaia ha gioito con te per il dono della vita.
Maria, Vergine del Magnificat,
aiutaci a portare la gioia nel mondo e, come a Cana,
spingi ogni giovane, impegnato nel servizio ai fratelli,
a fare solo quello che Gesù dirà.
Maria, poni il tuo sguardo sull’Agorà dei giovani,
perché sia il terreno fecondo della Chiesa italiana.
Prega perché Gesù, morto e risorto, rinasca in noi
e ci trasformi in una notte piena di luce, piena di Lui.
Maria, Madonna di Loreto, porta del cielo,
aiutaci a levare in alto lo sguardo.
Vogliamo vedere Gesù. Parlare con Lui.
Annunciare a tutti il Suo amore.
1953b54a

L’unico animale al mondo con una scena dipinta nel suo corpo:la falena Macrocilix maia

L’unico animale al mondo con una scena dipinta nel suo corpo:la falena Macrocilix maia.

Torta alla mia maniera


Condivido la ricetta della “Torta a modo mio”.L’ho preparata in occasione dell’ultimo dell’anno.Ci hanno invitati degli amici e ognuno ha preparato qualcosa.Io ho pensato di fare questa torta perché avevo delle ciliegie del mio giardino in freezer.Secondo me non è male e oltretutto è facile da preparare e anche conveniente
DSC_0384

Ingredienti:Farina:
6 cucchiai,
Zucchero 6 cucchiai
Uova6
Latte 300 ml
Ciliegie 500 gr.
Colla di pesce 30 gr.
Buccia grattugiatodi 1 limone
Una manciata di amaretti sbriciolati grossolanamente
Per inzuppare il pan di spagna:Del Grand Marnier o del Sassolino1
essenza di vainiglia o bacello per la crema pasticciera
Per la decorazione: pavesini q.b.   

Per preparare il disco di pan di spagna: Uova: treFarina: Tre cucchiai Buccia di un limone grattugiato
Esecuzione:
Montate molto bene i tuorli con lo zucchero; il composto dovrà essere molto spumoso e ben montato.Poi montare le chiare a neve. Unire le chiare  con aggiunta di farina, il limone grattugiato nei tuorli montati precedentemente, avendo accortezza di amalgamarli dal basso verso l’alto. Versare il composto in una tortiera di circa 25 cm, imburrata e infarinata.Infornare a 180° per una quindicina di minuti.
DSC_0385
Per prerarare la crema pasticcera:Uova 3
Farina 3 cucchiai
Zucchero 3 cucchiai
1 essenza di vaniglia

Preparazione:
Fate riscaldare il latte con l’essenza di vaniglia senza farlo bollire.In un pentolino versare i tuorli d’uovo. Con lo zucchero e la farina lentamente aggiungete il latte, amalgamando molto bene, stando attenti che non si formino grumi.Ponete il recipiente sul fuoco e portate ad ebollizione rimescolando in continuazione.Fate cuocere per altre 2 o 3 minuti.Lasciate raffreddare e aggiungete la colla di pesce precedentemente ammollata in un po’ di acqua.
Sul disco di pan di spagna inzuppato col Grand Marnier mettete gli amaretti e la crema e ponetelo a raffreddare in frigorifero.
DSC_0386
Intanto snocciolate le ciliegie. Aggiungete un paio di cucchiaiate di zucchero e fatele un po’ addensare sul fuoco. Aggiungere l’altra metà di colla di pesce ammollata in precedenza e versarla sulla crema pasticcera raffreddata. Lasciate raffreddare il tutto in frigorifero per tre o quattro ore.DSC_0387Infine decorate a piacere (io ho usato dei pavesini).
 Spero di avervi fatto cosa gradita! Auguro a tutti una buona giornata. 

Riflessione

download

 

Vi chiedo cortesemente di fare una preghiera per il viaggio di Papa Francesco, in Asia. Questa volta ha ammesso lui stesso di avere un po’ di timore…

 

Ecologia umana

da Buon giorno Francesco

esiste anche un’ecologia dell’uomo. Anche l’uomo possiede una natura che deve rispettare che non può manipolare a piacere. L’uomo non è soltanto una libertà che si crea da sè. L’uomo non crea se stesso. Egli è spirito e volontà, ma è anche natura, e la sua volontà è giusta quando egli rispetta la natura, la ascolta e quando accetta se stesso per quello che è. Proprio così e soltanto così si realizza la vera libertà umana.

I Papi hanno parlato di ecologia umana, strettamente legata all’ecologia ambientale. Noi stiamo vivendo un momento di crisi; lo vediamo nell’ambiente, ma soprattutto lo vediamo nell’uomo. La persona umana è in pericolo! E il pericolo è grave perché la causa del problema non è superficiale, ma profonda: non è solo una questione di economia, ma di etica e di antropologia. La chiesa lo ha sottolineato più volte; “Si, è giusto, è vero…” ma il sistema continua come prima, perché ciò che domina sono le dinamiche di un economia e di una finanza carenti di etica. Quello che comanda oggi non è l’uomo, è il denaro, sono i soldi. E Dio nostro Padre ha dato il compito di custodire la terra non hai soldi, ma a noi:agli uomini e alle donne!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: